Miss Universe Italy National Costume 2015


Il costume nazionale 2015 realizzato dallo stilista Maxmilian per il terzo anno consecutivo, è la rivisitazione in chiave moderna di un abito romano/bizantino .

Nonostante la caduta dell’Impero romano (nel 476 d.C.) sancì definitivamente l’ascesa dell’Impero d’oriente, nel 527 l’imperatore Giustiniano I cercò concretamente di riconquistare le regioni occidentali lasciando alcune colonie in Emilia Romagna, Marche, Lazio, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Il costume bizantino, la sua espansione in Italia e la sua influenza sull’arte e l’abbigliamento, sfocerà in interessanti differenze regionali nel medioevo e perfino nel costume folkloristico.
In breve, le conquiste e la conoscenza di usanze totalmente diverse da quelle latine, avevano portato a una ridefinizione del costume. Se nelle fasi iniziali dell’Impero era ancora in uso la toga romana, al tempo di Giustiniano I (527-565) le classi più elevate la sostituirono con una tunica (per gli uomini) o con una stola (per le donne) coperte entrambe da un elaborato mantello di broccato.
Furono introdotte le maniche, di origine orientale; la donna, uniformandosi ai nuovi canoni estetici, divenne più sottile, con vesti accollate che coprivano il busto e un mantello leggero che ne proteggeva la pudicizia.
Alla base dell’arte bizantina tuttavia c’era il concetto metafisico della luce, la quale doveva essere emanata dal sovrano e dalla consorte. A tal scopo erano fondamentali i tessuti serici coi loro riflessi e bagliori. Gran parte della superficie dell’abito era tempestata di perle e gemme, conferendo alla persona un aspetto del tutto innaturale. La luce doveva riflettersi sugli aurei ricami e sulle pietre preziose esattamente come sui mosaici dei muri. Immaginate che spesso l’abito perdeva il carattere di unità formale, scomponendosi in singole parti splendide. .

Il costume nazionale 2015 ha sfilato a Las Vegas, durante l'atteso National Costume Show, la consueta competizione degli abiti nazionali indossati da ogni candidata al Concorso Miss Universe.

Credits:
Maxmilian